Soul November

Standard

Due bambini si sono appena fatti strada tra la calca della domenica in Piazza Maggiore sfrecciando insieme su un monopattino. Da dove siamo posso vedere in fondo a via Ugo Bassi il tramonto tra l’intrico dei cavi del filobus, dall’altro lato le Torri, stagliate contro il cielo che sembra pigmento di lapislazzulo da una miniatura medievale. Le nuvole si muovono veloci, oggi. Come a Bruxelles. L’ho pensato ma non l’ho detto, questa volta. Sono già abbastanza ripetitiva. E mentre camminiamo sotto ai portici, circondati dal riverbero del vociare amplificato dalle volte, capita di imbattersi in qualche incrocio dove tira un’aria diversa: dalle stradine laterali soffia di colpo un vento più deciso, che sorprende piacevolmente e solletica la memoria dei sensi, pizzicando le guance esposte al suo passaggio, già un poco arrossate dalla stagione che muta.

Il corpo, almeno il mio, ricorda molte cose, e le ricorda volentieri. Oggi si faceva accompagnare dal caso nell’evocare momenti di un’altro novembre, un novembre diverso e frenetico, preoccupato ma eccitato, a tratti lacrimoso, ma pieno di bellezza. Ogni cosa mi riportava a quel novembre belga, quella breve, incisiva parentesi nel periodo sconnesso che è la mia vita. Quell’unico novembre a Bruxelles oggi era dietro ad ogni angolo, in fondo ad ogni stradina appena scostata dal corso principale; in ogni finestra illuminata mentre si faceva sera; in ogni pezzetto di cielo tra la fine di un portico e l’inizio di un altro; nella luce che cambiava lungo il profilo dei tetti bolognesi. Forse è stata l’aria, così familiare che sembrava soffiare da un ricordo, o forse no. E restano i miei capelli spettinati da quel vento, e che non oso toccare, e le labbra un poco screpolate dal primo freddo, nel torpore di questo giorno di novembre, mentre lo stormire delle foglie che riempie Piazza Minghetti e le mie orecchie scema nel rombo di un autobus che passa.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s